Sinistri: il momento verità

Sinistri. Il momento verità: tutto ciò che devi sapere sulle procedure di risarcimento.

Sinistri: il “momento verità”

Tutti noi acquistiamo o abbiamo acquistato polizze con la speranza di non doverle mai utilizzare. Ma è proprio quando siamo coinvolti in un “sinistro” (l’evento che fa scattare l’operatività delle garanzie di una polizza) che possiamo “toccare con mano” la bontà della nostra decisione e capire se la fiducia e le aspettative riposte in una determinata compagnia saranno ripagate. Proprio per far vivere più serenamente questo “momento verità”, desideriamo portare maggiore chiarezza su diversi argomenti segnalati da voi lettori e dal nostro Ufficio Sinistri.

Sinistri: facciamo chiarezza

Innanzitutto vi ricordiamo che in Convenzione Campersereno c’è libera scelta di acquisto delle garanzie e che, tra queste, l’“Incendio / Furto”, gli “Eventi SocioPolitici – Vandalici / Eventi naturali / Grandine” e la “Kasko” coprono sempre sia il danno totale che parziale.

Inoltre, in caso di “Incendio”, si viene risarciti senza scoperti e/o franchigie, mentre per il “Furto” dipende dalla formula prescelta (senza scoperto oppure con scoperto 10% – minimo 250€). La garanzia “Eventi SocioPolitici – Vandalici / Eventi naturali / Grandine” prevede, invece, uno scoperto del 10% con il minimo di 400%, mentre la Kasko ha scoperto 10% ed il minimo di 500 € (ed è concedibile per camper immatricolati da meno di 7 anni).

Sono sempre compresi anche gli Accessori e gli Apparecchi AUDIO -FONO-VISIVI stabilmente fissi; (massimo risarcimento per “AudioFono” € 1.100; massimo risarcimento per “Audiovideo” € 2.000 ).
Per “accessori stabilmente fissi” la Compagnia intende le Installazioni stabilmente fissate al camper costituenti normale dotazione di serie, ma anche non di serie (pertanto acquistati successivamente all’immatricolazione del camper, con costo aggiuntivo al prezzo base di listino), compresi gli apparecchi fonoaudiovisivi (NB: per gli accessori acquistati successivamente all’immatricolazione del mezzo, consigliamo di tenere da parte foto e fattura di acquisto di quanto acquistato – basta anche in formato digitale -, così da poterli mostrare al perito nella denegata ipotesi di un sinistro).

Sinistri: cosa significa copertura prestata a “valore commerciale”

Per tutte le garanzie, la copertura è prestata a VALORE COMMERCIALE; pertanto in caso di DANNO PARZIALE sarà tenuto conto del degrado dovuto a vetustà o usura.
Ma che cos’è il “Degrado d’uso”? E’ la percentuale di riduzione che viene applicata sulla parte del danno indennizzabile relativa ai materiali sostituiti sul veicolo in conseguenza di sinistro. Tale percentuale di riduzione è determinata sulla base del rapporto esistente fra il valore commerciale e il relativo valore a nuovo (di listino o suo equipollente) del veicolo al momento del sinistro. E’ importante sottolineare che il degrado d’uso è applicato soltanto sul valore dei pezzi di ricambio e non anche sul costo delle ore di manodopera del riparatore.

Chiariamoci le idee con un esempio:

Supponiamo di essere proprietari di un camper il cui valore commerciale al momento del sinistro è 20.000€ (magari è un camper di 16 anni fa…), mentre il valore a nuovo del camper è 80.000€.
In questo caso il “degrado d’uso” calcolato dal perito è pari al 75% (infatti 80.000 – 75% = 80.000 – 60.000 = 20.000€).
In caso di danno totale di questo veicolo, la Compagnia liquiderà 20.000€ (se scelta la formula SENZA SCOPERTO), pari al valore commerciale del mezzo.

Vi ricordiamo, a tale proposito, che Il valore attribuibile al veicolo assicurato viene determinato in base alle quotazioni indicate da pubblicazione specializzata utilizzata dall’Impresa al momento del sinistro o, qualora non siano disponibili, alle quotazioni medie di mercato al momento del sinistro riportate da altre pubblicazioni specializzate. Viceversa, sarà preso in considerazione il valore di mercato di veicoli simili per caratteristiche e prestazioni, escluso in ogni caso il maggior valore attribuibile per interesse storico o collezionistico.

In caso di danno parziale (magari con danno complessivo pari a 5.500€, risarcito con formula SENZA SCOPERTO) la liquidazione seguirebbe i seguenti conteggi:
– Valore pezzi di ricambio: 4.000€
– Valore ore di manodopera (concordate): 1.500€
– Degrado d’uso (applicato solo sui pezzi di ricambio) 75%; pertanto, su 4.000€, la Compagnia ne risarcisce 1.000€ (vale a dire 4.000€ – 75% cioè 4.000 – 3.000€)
Totale danno parziale: 5.500€
Totale liquidazione: 2.500€ [pari a 1.000€ (valore dei pezzi di ricambio con sottrazione del degrado d’uso)+ 1.500€ (costo complessivo della manodopera)]
Sottolineiamo che nella polizza emessa in Convenzione Campersereno il degrado d’uso viene applicato nei risarcimenti dei sinistri delle seguenti garanzie: INCENDIO – FURTO – ATTO VANDALICO – EVENTO NATURALE – GRANDINE – KASKO – MINIKASKO.

Precisiamo altresì (come da articolo 3.4 “Garanzia Furto” delle condizioni generali di assicurazione “Protezione Van”) che non sono mai coperti i sinistri di FURTO PARZIALE quando i ladri sono entrati per rubare “cose non assicurate” (ad esempio sono entrati ed hanno rubato un cellulare, oppure un tablet, o magari un portafogli con del denaro).

Sinistri: un focus sulla COPERTURA CRISTALLI

Con questa garanzia la Compagnia risarcisce i danni materiali e diretti derivanti al camper (comprese le spese d’installazione e/o riparazione, per la sostituzione dei cristalli) dovuta a rottura per causa accidentale o per fatto di terzi.

E’ possibile scegliere tra ben tre massimali (1500€ – 2500€ – 4000€ per anno assicurativo) e la copertura (comprensiva anche dei danni ai plexiglass) non prevede Franchigia. Inoltre i nostri clienti hanno la libera scelta del riparatore, ma possono recarsi presso i nostri centri convenzionati (CARGLASS – GLASS DRIVE).

Classico esempio di “rottura cristalli” (e quindi di successivo utilizzo della garanzia) è quando, durante la marcia, un sasso colpisce il vetro provocandone la rottura. Oppure quando, rientrati da una passeggiata, torniamo al camper che è in sosta e constatiamo che qualcosa ha, durante la nostra assenza, provocato la rottura di un oblò.

Ci preme precisare che non rientrano nella copertura diretta “Cristalli” tutti quei sinistri che, in realtà sono stati generati da tentato furto (esempio: i ladri sono entrati nel camper rompendo serratura e finestra) oppure da atti vandalici o grandine. In questi casi, infatti, si è risarciti soltanto se nella propria polizza sono presenti tali specifiche garanzie (e, in tal caso, la liquidazione avverrà al netto dell’eventuale degrado d’uso e delle franchigie previste).

Focus sinistri R.C. AUTO

Nel ricordarvi l’importanza della corretta compilazione del modulo di “Costatazione Amichevole” (clicca qui per conoscere come compilarlo), desideriamo specificare che non sempre è possibile applicare la procedura di “risarcimento diretto” da parte della propria compagnia assicurativa. Ecco i casi in cui si è costretti a fare richiesta danni alla compagnia del danneggiato:

• Sinistro con più di 2 veicoli coinvolti.
• Sinistro avvenuto all’Estero; oppure avvenuto in Italia ma con veicolo estero.
• Sinistro nel quale uno dei veicoli coinvolti è una macchina agricola o un veicolo speciale.
• Sinistro avvenuto coinvolgendo un pedone, un ciclista o un bene immobile (si pensi all’ipotesi del conducente che, perdendo il controllo, vada a sfondare una vetrina di un negozio).

Per tutti questi casi, è possibile attivare la copertura di TUTELA LEGALE, sempre compresa nella polizza emessa in convenzione Campersereno, nonché farsi seguire la pratica dai legali della Compagnia (nel caso non si abbia un proprio legale di fiducia). Tale garanzia è estendibile anche a tutti i mezzi e le patenti del nucleo familiare grazie alla copertura TUTELA LEGALE FAMIGLIA il prodotto che Arag ha creato in esclusiva per i possessori della polizza Campersereno.

Chiarezza e trasparenza, oltre ad una solida competenza, i valori fondamentali di Campersereno!